zerOFF

IO SONO LI - Giovedì 16 Luglio - ore 21.00

IO SONO LI (2011)

Regia: Andrea Segre
Sceneggiatura: Andrea Segre, Marco Pettenello
Musiche di: François Couturier
Con Zhao Tao, Rade Šerbedžija, Marco Paolini, Giuseppe Battiston, Roberto Citran.

A pensarlo senza pregiudizi e con ottimismo, il futuro imminente ci riserverà un crogiolo di genti e di terre, in cui la diversità si perde, perché tutto si mischia e si combina. Non il caos, ma la contaminazione e l’arricchimento che viene dallo scambio e dall’intersecarsi delle radici. A dircelo, attraverso il filo sottile della poesia del quotidiano e l’amore per le persone e i luoghi è «Io sono Li», il primo film di Andrea Segre. Dietro «Io sono Li», c’è una serie di documentari, che raccontano la vita e l’odissea, ma anche le speranze e i sogni dei tanti immigrati che approdano sulle nostre spiagge (Sangue verde, A sud di Lampedusa, Checosamanca). Il film è l’incontro di due mondi in fuga, quello di Shun Li costretta a rinunciare alle sue radici e quello di Bepi, sconvolto ormai dai mutamenti sociali del territorio. Ciascuno è a suo modo un esiliato, Shun Li e Bepi cercano di aiutarsi vicendevolmente e salvarsi più attraverso la poesia che non in un confronto con la realtà. Shun Li è un’immigrata clandestina cinese di una quarantina d’anni che lavora come operaia tessile in una fabbrica della periferia romana. Vuole ottenere dei documenti in regola e spera di far arrivare in Italia suo figlio. Per riscattare la sua libertà, deve trasferirsi a Chioggia e lavorare come barista in un’osteria frequentata da anziani e pescatori. Tra questi c’è Bepi, un vecchio pescatore di origini slave, chiamato dagli amici “il poeta”. È proprio con lui che la donna si apre e si confida, raccontandogli del suo paese e della famiglia e della difficoltà del rapporto a distanza con il figlio. Bepi la capisce e la difende, perché spartisce con lei la lontananza dalla sua terra d’origine.

 

IN PROGRAMMAZIONE: Giovedì 16 Luglio – ore 21.00

© zerOFF 2012 - All right reserved